phone+39 035 251169

Dal 1°luglio 2014 la nuova tariffa elettrica di rete per il “riscaldamento sostenibile”

Dal 1° Luglio 2014 è diventata operativa la nuova tariffa di rete per i consumi ad alta efficienza approvata dall’Autorità per l’Energia. Dal mese di luglio, infatti, i clienti domestici che riscaldano la propria abitazione utilizzando solo pompe di calore elettriche (di nuova installazione o installate a partire dal 2008) possono chiedere di partecipare alla sperimentazione della nuova tariffa D1, basata su un prezzo del kilowattora costante rispetto ai consumi di energia elettrica.

La sperimentazione della nuova tariffa “D1” è un primo passo della riforma avviata dall’Autorità per allineare le tariffe di rete ai costi, eliminando sussidi e distorsioni anche in attuazione delle normative europee  e nazionali sul raggiungimento degli obiettivi di efficienza energetica e l’utilizzo di fonti rinnovabili. L’eliminazione della progressività della tariffa rispetto ai consumi riduce ulteriormente i costi di esercizio di tecnologie efficienti e innovative come le pompe di calore.

L’adesione alla tariffa D1 per un’abitazione con consumo elettrico complessivo superiore a 6.000 kWh e contatore D3 da 6kW, permette un risparmio sui costi in bolletta almeno del 20% con un costo del kWh elettrico che si attesta sui 0,23 € (Fonte: Enel).

Alla superiore efficienza energetica di queste tecnologie rispetto ai sistemi di riscaldamento basati sulla combustione fossile come le tradizionali caldaie a condensazione, si affianca ora un’ulteriore risparmio sui costi d’esercizio sia nel caso di nuove abitazioni che nella riqualificazione dell’esistente. La riqualificazioni di obsoleti sistemi energivori di riscaldamento con tecnologia all’avanguardia è ormai un esigenza.

Rispetto alla precedente possibilità offerta dal secondo contatore BTA l’adesione alla sperimentazione della tariffa D1 non richiede l’installazione di un secondo contatore e i costi associati. E’ il contatore di casa che da D3(o D2) passa direttamente a D1. Tutti i consumi dell’abitazione (usi tradizionali e pompa di calore) saranno conteggiati e fatturati in base alle nuove condizioni offerte dalla D1. Nel caso fosse già stato installato un secondo contatore BTA è possibile inoltre trasformare questo in D1 (anche in questo caso sempre conveniente).

Per aderire alla sperimentazione della tariffa D1 si dovrà presentare una “Richiesta di Accesso alla tariffa D1” il cui modulo è reso disponibile dal proprio fornitore di energia elettrica o comunque scaricabile dal sito dell’Autorità per l’Energia ed a cui andrà allegato un estratto del nuovo libretto di impianto.

LE NOSTRE NEWS
IN EVIDENZA
Dichiarazione F-gas
18 Febbraio 2016
Dichiarazione F-gas
CONTINUA A LEGGERE
Agevolazione fiscale per il recupero patrimonio edilizio residenziale – Detrazione IRPEF 50%
21 Gennaio 2016
Agevolazione fiscale per il recupero patrimonio edilizio residenziale – Detrazione IRPEF 50%
CONTINUA A LEGGERE
Agevolazione fiscale per il risparmio energetico – Detrazione IRPEF/IRES 65%
20 Gennaio 2016
Agevolazione fiscale per il risparmio energetico – Detrazione IRPEF/IRES 65%
CONTINUA A LEGGERE
Dal 1°luglio 2014 la nuova tariffa elettrica di rete per il “riscaldamento sostenibile”
7 Gennaio 2015
Dal 1°luglio 2014 la nuova tariffa elettrica di rete per il “riscaldamento sostenibile”
CONTINUA A LEGGERE
Richiedi assistenza